LabDagostino.it

Rc auto, polizze danni e vita: i dati raccolta premi 2015

Con comunicato stampa del 25 novembre 2015 l’Ivass ha presentato le ultime statistiche sui premi lordi contabilizzati a tutto il secondo semestre 2015 nei rami danni (anche Rc auto) e vita dalle imprese di assicurazione italiane e dalle rappresentanze in Italia delle imprese di assicurazione estere. La raccolta premi ha raggiunto i 77,7 miliardi di Euro con un incremento del 7,8% rispetto all’analogo periodo del 2014. Ecco tutti i dati.

Le ultime rilevazioni Ivass sulla raccolta premi relativa ai rami vita e danni (anche Rc auto) delle imprese assicurative italiane e delle imprese estere abilitate ad esercitare in Italia, non mutano il quadro emerso dalle statistiche precedenti. Il comunicato Ivass reso proprio ieri infatti, mette in luce un aumento degli introiti derivante soprattutto dall’acquisto di polizze vita, contrapposto alla diminuzione della raccolta premi danni. I premi guadagnati dalle assicurazioni nel settore vita sono aumentati del +10,8% rispetto al primo semestre del 2014, mentre nel settore danni sono diminuiti del -2,6%.

Ramo danni: in attesa della riforma Rc auto

Gli italiani non rinunciano all’acquisto di polizze vita (infortuni o caso morte, tutela del conducente nelle assicurazioni auto), soprattutto a quelle con funzione previdenziale, mentre continuano a rimanere “sotto-assicurati” rispetto alle polizze danni, con riferimento particolare alla copertura obbligatoria Rca. Mentre la raccolta premi vita si attesta a 61,6 miliardi di Euro, la raccolta premi danni si ferma a 16,1 con grave pregiudizio per il relativo comparto. La diminuzione della raccolta riconducibile al ramo assicurazione auto, moto e natanti (-7%) vede continuare il proprio trend discendente avviato nel terzo trimestre 2012; gli altri rami – che rappresentano poco più della metà dei premi danni totali – registrano invece una moderata crescita pari a circa l’1,7%.

E’ forse troppo presto per toccare con mano i passi avanti fatti con la riforma Rca contenuta nel Ddl Concorrenza? Dal 2016 infatti automobilisti e motociclisti potrebbero essere incentivati ad assicurarsi grazie a sconti speciali sull’Rca veicoli a motore. Il testo definitivo del decreto prevede infatti che l’Ivass possa stabilire una percentuale minima di sconto che le compagnie saranno obbligate a praticare nei confronti dei conducenti virtuosi, che non hanno denunciato sinistri negli ultimi 5 anni e che si sono dotati di assicurazione auto o moto satellitare con scatola nera (per confrontare ora le migliori offerte Rc auto si consiglia di utilizzare il comparatore preventivi di SosTariffe.it).

Ramo vita e polizze Unit Linked

L’aumento della raccolta premi vita riguarda in particolare le c.d. polizze Unit Linked la cui raccolta si attesta a 17,8 miliardi di euro (+91,1%). Le polizze tradizionali al contrario, pur registrando la raccolta più elevata (40,7 miliardi) accusano una flessione negativa (-6,2% rispetto al corrispondente periodo del 2014). Le rappresentanze di imprese con sede legale in altro Stato S.E.E., operanti in Italia in regime di stabilimento, mostrano, a perimetro di imprese omogeneo, andamenti parzialmente difformi da quelli delle compagnie con sede in Italia, registrando un andamento positivo in entrambi i comparti, vita (+31,6%) e danni (+4,6%).

Le rappresentanze hanno guadagnato una raccolta premi vita pari a circa 2,7 miliardi di euro (addirittura superiore a quella danni) che risulta concentrata nelle polizze Unit Linked (2,3 miliardi circa, pari all’83,8% del portafoglio vita complessivo). Nei rami danni la raccolta ammonta a circa 2,5 miliardi di euro; nel ramo credito l’intera raccolta in Italia è quasi totalmente da ascrivere a tali imprese (88,3%). Da segnalare anche la significativa presenza nel ramo r.c. generale (33,8% circa). Contenuta invece, è la quota di mercato del ramo Rc auto e natanti, che sfiora il 5% della produzione complessiva delle stabili organizzazioni in Italia.

Aggiungi un commento*

Accedi con il tuo account »   oppure aggiungi un commento compilando il form sottostante



*Aggiungendo un commento dichiari di aver letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy e le note legali di AssiSearch.it.

AssiSearch.it è un marchio di Paolo D'Agostino in uso al Laboratorio D'Agostino S.r.l. - Socio unico P.IVA 02225510698
Tutti i diritti riservati. AssiSearch non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
Note legali - Informativa sulla privacy - Informativa estesa sui cookies