LabDagostino.it

Rc auto, l’Ania è soddisfatta del Ddl Concorrenza

Il settore Rc auto vede un nuovo capitolo della vicenda relativa al Ddl Concorrenza. Il disegno di legge è infatti approdato in Parlamento e verrà ora sottoposto al giudizio delle Camere. L’Assocazione nazionale delle imprese assicuratrici (Ania) si dichiara soddisfatta delle norme contenute nel Ddl. Chi, dopo aver cercato l’offerta più vantaggiosa, magari utilizzando il servizio di comparazione assicurazioni auto offerto da SuperMoney, ha scelto di sottoscrivere un contratto rc auto dovrà quindi informarsi sulle novità portate dal procedimento.

Garantire un mercato efficiente e in concorrenza

Dario Focarelli, presidente dell’Ania, ha espresso un parere positivo sulla riforma, nonostante le note polemiche mosse dai carrozzieri in merito. L’obiettivo è avere un mercato efficiente e in concorrenza, per poter offrire al consumatore il prezzo più basso in assoluto. Secondo Focarelli il disegno di legge è pensato in questa direzione, anche riguardo alla riparazione presso un’officina convenzionata, il punto che aveva fatto infuriare il settore della carrozzeria.

Questa pratica permette infatti all’assicurato di scegliere se sfruttare la riparazione in forma specifica o accettare un risarcimento equivalente dopo aver comunicato alla propria compagnia presso quale officina si intende far riparare il veicolo, in modo da permettere una verifica. Il presidente lancia poi una piccola frecciata ai carrozzieri, affermando che il loro malumore è generato dal fatto che, non essendosi rinnovati a livello tecnico, non riescono più a stare al passo coi tempi.

Il risarcimento rc auto per le lesioni fisiche

Altro punto toccato da Focarelli è quello riguardante il risarcimento delle lesioni fisiche, altro aspetto del disegno che ha fatto discutere. Quando sono state regolamentate le lesioni micropermanenti, avendo necessità di un accertamento strumentale, si è verificato un crollo delle richieste di risarcimento con conseguente diminuzione dei premi, proprio a causa di questa norma. Perciò viene richiesta una tabella riguardante i danni fisici gravi, con l’obiettivo di stabilire livelli di risarcimento, allineando le tariffe a quelle degli altri Paesi Europei. Il vantaggio è quindi tutto per gli assicurati, conclude il presidente dell’Ania.

L’Ania si è quindi esposta apertamente a favore del Ddl Concorrenza. Non resta ora che vedere quale sarà la replica dei carrozzieri, che certamente non tarderà ad arrivare. Il procedimento è comunque destinato a far discutere, in quanto secondo molti è solo a vantaggio delle lobby assicurative, e non dei consumatori come sembra. Ricordiamo che comunque tale disegno di legge va approvato dalle Camere.

Aggiungi un commento*

Accedi con il tuo account »   oppure aggiungi un commento compilando il form sottostante



*Aggiungendo un commento dichiari di aver letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy e le note legali di AssiSearch.it.

AssiSearch.it è un marchio di Paolo D'Agostino in uso al Laboratorio D'Agostino S.r.l. - Socio unico P.IVA 02225510698
Tutti i diritti riservati. AssiSearch non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
Note legali - Informativa sulla privacy - Informativa estesa sui cookies