LabDagostino.it

Rc Auto, guida alla scatola nera

Negli ultimi tempi la scatola nera è spesso nominata quando si parla di rc auto. Ma la maggior parte dei consumatori, dopo aver messo le polizze Direct Line a confronto con quelle di Quixa, Genialloyd e delle altre compagnie per trovare la più adatta alle proprie esigenze, sa solamente che l’utilizzo della scatola nera permette di pagare meno l’rc auto. Può quindi essere utile analizzare nel dettaglio in cosa consista questo dispositivo, in modo da comprendere i reali vantaggi nell’installarla.

Uno strumento di raccolta dati

La scatola nera è un dispositivo mobile satellitare dotato rilevatore GPS incorporato, che raccoglie informazioni relative alla marcia inserita, alla distanza percorsa, ad accelerazioni e frenate. Il costo dovuto all’installazione di questo congegno è di circa 70 euro, solitamente a carico della compagnia assicuratrice. Il proprietario del veicolo può, attraverso il sito web della compagnia, controllare le informazioni immagazzinate dalla scatola nera.

Per quanto concerne le percorrenze, è possibile vedere tempi di marcia, di sosta, chilometri totali percorsi divisi fra giorno e notte, e numero di giorni trascorsi dall’installazione del dispositivo. Si può poi consultare la voce “incidenti”, in cui compaiono i crash registrati, corredati di data, accelerazione massima, ultima velocità rilevata, e luogo dell’impatto.

Utilizzo dei dati personali

Sono in molti a chiedersi quanto venga limitata la privacy attraverso l’uso della scatola nera.  In questo caso, la compagnia assicurativa ha la titolarità del trattamento dei dati; dal 1° ottobre 2014 è stato avviato un sistema di raccolta dati globale prestto il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Tutti i dati vengono inviati a questo centro informativo, che poi li manda alle diverse compagnie.

La reale utilità della scatola nera

La domanda principale che si pongono gli assicurati è certamente quella relativa all’effettiva convenienza della scatola nera. Essa permette di ottenere uno sconto del 10% sulla polizza assicurativa, ma d’altro canto permette al conducente di essere costantemente controllato in ogni spostamento. Va ricordato poi che i dati registrati dal dispositivo costituiscono prova in giudizio, anche a sfavore del conducente.

Per quanto riguarda i pregi, tramite la scatola è possibile chiamare immediatamente i soccorsi in caso di incidente, grazie al collegamento satellitare costante. Inoltre si possono accertare con regolarità le responsabilità degli incidenti, ed elaborare il preventivo per la polizza a seconda di quanto si utilizza la vettura. La scatola sembra quindi più adatta per chi ha un premio assicurativo molto alto a causa di rischi per incidenti, furti o altri danni ai veicoli.

Aggiungi un commento*

Accedi con il tuo account »   oppure aggiungi un commento compilando il form sottostante



*Aggiungendo un commento dichiari di aver letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy e le note legali di AssiSearch.it.

*

AssiSearch.it è un marchio di Paolo D'Agostino in uso al Laboratorio D'Agostino S.r.l. - Socio unico P.IVA 02225510698
Tutti i diritti riservati. AssiSearch non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
Note legali - Informativa sulla privacy - Informativa estesa sui cookies