LabDagostino.it

Rc auto, ecco le spese degli automobilisti europei

L’rc auto è solo della spese degli automobilisti. Coloro che si affidano a servizi online, come il comparatore di assicurazioni auto offerto da SuperMoney, cercano di risparmiare almeno su una parte dei costi generati dall’automobile. Ma quanto spendono in tasse gli automobilisti? Allargando il campo di ricerca oltre i confini nazionali, una risposta ci viene data da uno studio dell’Acea, l’Associazione europea dei costruttori.

Le spese per gli automobilisti sono molteplici

Il totale dei costi ammonta a una cifra monstre: 396 miliardi di euro. Tale importo tiene conto dell’Iva sui veicoli a motore e sui ricambi, di gomme e manutenzione, di accise sui carburanti, di tasse di vendita, immatricolazione, possesso, patenti, assicurazioni, pedaggi e anche di eventuali tassi doganali. Analizzando la situazione relativa ai vari Paesi, si scopre che per l’Italia il costo è di 70 miliardi di euro, per la Francia di 69,5, per la Gran Bretagna di 64,8, per la Germania di 80 e per la Spagna di 24,4.

Per quanto concerne le tasse sull’acquisto, le aliquote vanno dal 17% (Lussemburgo e Malta) al 27% (Ungheria). La media nei 28 paesi dell’UE ammonta al 21,5%. L’aliquota italiana, con il suo 22%, è la più alta se confrontata con quella di altri paesi che producono autoveicoli in maniera importante: Germania al 19%, Francia e Gb al 20% e Spagna al 21%. In alcuni Paesi è poi richiesto un ulteriore pagamento, come quello in Italia dell’imposta provinciale di trascrizione. Fanno eccezione in tal caso Bulgaria, Repubblica Ceca, Germania, Estonia, Lussemburgo, Svezia e Regno Unito. Per questa imposta, molti paesi considerano maggiormente le emissioni di CO2, penalizzando quindi i motori che consumano maggiormente.

Anche il bollo incide

Il bollo, o tassa sul possesso, viene pagato in tutti i 28 Paesi dell’Unione Europea per il semplice motivo di essere proprietari di un veicolo. Cambiano però da nazione a nazione i criteri attraverso i quale viene stabilito il suo importo. In Italia ci si basa sulla potenza espressa in KiloWatt, con le auto superiori a 185 kW che costano maggiormente al proprietario. La maggior parte dei paesi invece calcola il prezzo in base alle emissioni di anidride carbonica. Vi sono anche alcuni stati che non richiedono il pagamento del bollo, come Repubblica Ceca, Estonia, Francia, Lituania, Polonia e Slovacchia.

Per ciò che riguarda infine i carburanti, è stato analizzato il prezzo in euro per 1.000 litri di benzina o gasolio, con i tetti minimi europei fissati a 359 euro per la benzina e 330 per il gasolio. Riguarda alla “verde”, il valore più alto è quello del Lussemburgo, con 766 euro ogni 1.000 litri, seguito dal nostro Paese con 728 euro. Coloro che pagano di meno sono invece bulgari (363), ungheresi (397) e polacchi (399).

Aggiungi un commento*

Accedi con il tuo account »   oppure aggiungi un commento compilando il form sottostante



*Aggiungendo un commento dichiari di aver letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy e le note legali di AssiSearch.it.

*

AssiSearch.it è un marchio di Paolo D'Agostino in uso al Laboratorio D'Agostino S.r.l. - Socio unico P.IVA 02225510698
Tutti i diritti riservati. AssiSearch non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
Note legali - Informativa sulla privacy - Informativa estesa sui cookies