LabDagostino.it

Nuove misure IVASS per il risarcimento RC Auto

A fronte delle numerose frodi nel settore assicurativo, e dei problemi di efficienza che affliggono il sistema risarcitorio, sono state emanate nuove misure IVASS per il risarcimento Rc auto (noto come procedura di risarcimento diretto), azionabile dai danneggiati senza colpa o con colpa parziale nei sinistri stradali. Di seguito il contenuto delle misure, che riguardano compagnie e automobilisti.

Assumono grande importanza nell’immediato le nuove misure IVASS per il risarcimento Rc auto, stante l’insistenza di un sistema risarcitorio penalizzato da ritardi e truffe alle assicurazioni. Troppo spesso le richieste di indennizzo relative ai sinistri risultano esorbitanti o fraudolente, e la risposta delle compagnie, di riflesso, e l’abbassamento dei livelli di efficienza. L’Autorità di Vigilanza ha deciso di intervenire in modo incisivo, introducendo incentivi e penalizzazioni (per trovare la compagnia più economica utilizza il comparatore Rc auto di SosTariffe.it).

Nuove misure IVASS per il risarcimento RC Auto

La procedura di risarcimento Rc auto diretto (CARD) fu introdotta nel lontano 2007 per rendere più veloce e snello il sistema di indennizzo dei sinistri stradali, specialmente nei confronti degli automobilisti senza colpa o con colpa parziale danneggiati dal/i responsabili. La CARD prevede che in luogo del risarcimento, l’interessato possa rivolgersi ed essere indennizzato direttamente dal proprio assicuratore, che si rivale poi sulla compagnia debitrice con un rimborso a forfait. Tuttavia, a causa dell’organizzazione di falsi sinistri, e richieste di indennizzo eccessive rispetto al valore del danno, diverse imprese hanno iniziato a dare meno credito alle richieste degli assicurati, incidendo negativamente sul rapporto con i clienti onesti.

Per scoraggiare i comportamenti opportunistici delle assicurazioni, e lo scarso interesse mostrato talvolta a contrastare le richieste fraudolente, l’Autorità ha emanato le seguenti nuove misure IVASS per il risarcimento Rc auto. Il nuovo sistema di baserà su incentivi e penalizzazioni a carico delle compagnie più o meno efficienti, sarà in vigore dal 2016 ma riguarderà anche i sinistri avvenuti e denunciati nel 2015. I premi e le penalizzazioni saranno stabiliti in ordine alle seguenti tre variabili predeterminate:

  • la capacità della compagnia di contenere il costo dei risarcimenti;
  • la capacità della compagnia di ridurre nel tempo i costi (dinamica temporale del costo medio tra un anno e l’altro);
  • velocità nella liquidazione dei sinistri.

L’ultimo punto interessa naturalmente anche gli  automobilisti, che al verificarsi del sinistro senza colpa, si aspettano dalla compagnia di assicurazioni un risarcimento facile e veloce. Nel calcolare la velocità di liquidazione le nuove misure IVASS per il risarcimento Rc auto tengono conto anche dell’attività antifrode portata avanti da ciascuna impresa (è da intendersi che il mancato pagamento o il ritardo dovuto a concreti indizi di frode non penalizza l’impresa). Le nuove misure IVASS per il risarcimento Rc auto, se spiegheranno i propri effetti riducendo il costo dei sinistri e migliorando l’attività antifrode, potrebbero avere impatto positivo anche sulle tariffe Rc auto.

Aggiungi un commento*

Accedi con il tuo account »   oppure aggiungi un commento compilando il form sottostante



*Aggiungendo un commento dichiari di aver letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy e le note legali di AssiSearch.it.

AssiSearch.it è un marchio di Paolo D'Agostino in uso al Laboratorio D'Agostino S.r.l. - Socio unico P.IVA 02225510698
Tutti i diritti riservati. AssiSearch non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
Note legali - Informativa sulla privacy - Informativa estesa sui cookies