LabDagostino.it

La connessione del parco automezzi: lo strumento per passare dal cartaceo al digitale tramite la fornitura unificata dei servizi di trasporto su camion, secondo un importante e recente studio di PTOLEMUS

LONDRA–(BUSINESS WIRE)–In 650 pagine, il documento Connected
Fleet Services Global Study
 (Studio globale sui servizi del
parco automezzi connesso) spiega che i settori delle schede carburante,
della diagnostica veicoli, della telematica, dei pedaggi e delle
assicurazioni devono integrare le proprie offerte per sfruttare il
mercato della gestione dei parchi automezzi commerciali, del valore di
61 miliardi di dollari USA.


Per razionalizzare costi e operazioni, ogni giorno i gestori dei parchi
di automezzi di tutto il mondo puntano a ottimizzare costi e attività di
260 milioni di camion, furgoni e auto aziendali.

fornitori tuttavia continuano a fornire soluzioni di
manutenzione automezzi e gestione carburante, telematica, assicurazioni
e pedaggi divise in compartimenti stagni. Ciascuna di esse ottimizza
solo una parte ridotta dei costi totali legati alla proprietà 
(TCO,
Total Cost of Ownership), e ne consegue che gli operatori devono seguire
diversi schermi e utilizzare database per gestire i propri parchi
automezzi.

Frederic Bruneteau, direttore generale di PTOLEMUS, ha osservato: “Pur
essendo un componente critico della nostra economia globalizzata, il trasporto
commerciale è rimasto molto indietro nella corsa alla digitalizzazione
.
La maggior parte dei container non è ancora dotata di soluzioni per la
tracciabilità, i database per lo più non sono connessi tra loro e i
responsabili dei parchi di automezzi commerciali sono ancora sommersi
dai documenti cartacei. La soluzione è semplice: condividere e
utilizzare gli stessi dati tra settori diversi, sfruttando la
connettività dei veicoli e le soluzioni sul cloud”.

La relazione spiega come la concorrenza e la diffusione di veicoli
connessi stiano rapidamente erodendo queste divisioni. Si tratta di una
tendenza evidenziata di recente da una serie di accordi, come
l’acquisizione da parte di Verizon delle attività di
Fleetmatics e Telogis, oppure di Michelin che ha rilevato
NexTraq, Fleetcor che ha acquisito Sem Parar e TomTom che
ha stretto accordi di collaborazione con BP, e tanti altri.

In base alle interviste effettuate a 70 dirigenti di tutto il settore
del trasporto commerciale su ruote e di altri settori del parco
automezzi, la nuova relazione di PTOLEMUS per prima valuta
dimensioni e potenziale dell’intero mercato dei servizi dei veicoli
commerciali oltre la telematica
. L’inchiesta di 650 pagine offre
un’esclusiva analisi strategica decisionale sui 5 settori che
determinano il TCO dei veicoli:

  • Telematica dell’autoparco
  • Diagnostica e manutenzione
  • Servizi di schede carburante
  • Pagamento dei pedaggi e
  • Assicurazioni.

È possibile scaricare
gratuitamente un riassunto di 65 pagine del documento da questo link
,
comprensivo dell’introduzione e di 3 interviste esclusive a:

  • Andrew Dondlinger, vicepresidente e direttore generale dei servizi
    connessi di Navistar Inc.
  • Thomas Schmidt, direttore generale di TomTom Telematics e
  • Bernie Kavanagh, vicepresidente senior e direttore generale di WEX
    Inc.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di
partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono
offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo
in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Contacts

Rapporti con i media e ulteriori informazioni
Thomas Hallauer, tel.
+44 79 73 889 392
Direttore della ricerca
thomas@ptolemus.com

Aggiungi un commento*

Accedi con il tuo account »   oppure aggiungi un commento compilando il form sottostante



*Aggiungendo un commento dichiari di aver letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy e le note legali di AssiSearch.it.

*

AssiSearch.it è un marchio di Paolo D'Agostino in uso al Laboratorio D'Agostino S.r.l. - Socio unico P.IVA 02225510698
Tutti i diritti riservati. AssiSearch non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
Note legali - Informativa sulla privacy - Informativa estesa sui cookies