LabDagostino.it

ISVAP – Circolare 502 D. del 25/03/2003: Disposizioni in materia di assicurazione obbligatoria rca

La legge 273/2002 ha stabilito che le imprese devono rendere pubblici i premi e le condizioni di polizza in ogni punto di vendita, nonché attraverso Internet. La circolare Isvap 502 dispone che dal 1° maggio 2003 (1° settembre per le subagenzie non informatizzate), l’utente abbia a disposizione: una nota informativa precontrattuale, le condizioni generali e speciali di polizza, un preventivo gratuito personalizzato. Il preventivo deve:

contenere tutte le clausole di esclusione e rivalsa

essere predisposto in relazione ai diversi tipo di veicolo previsti nella tariffa, a ogni tipologia di rischio e per l’intero territorio nazionale

avere durata del preventivo di 60 giorni.

La legge 273 prevede che il danneggiato, dopo aver ottenuto il risarcimento dei danni al veicolo, è tenuto a presentare all’assicuratore la fattura o la documentazione fiscale relativa alla riparazione del danno entro tre mesi dall’avvenuto pagamento. Pena, la restituzione della somma corrisposta dall’assicurazione. La circolare stabilisce che, dal 1° maggio, nell’atto di quietanza le compagnie devono prevedere un’apposita clausola che richiami l’obbligo di legge a carico del danneggiato e il diritto dell’assicuratore al recupero dell’importo pagato in caso di mancato rispetto dell’obbligo.

La circolare stabilisce che le imprese, all’atto della sottoscrizione del contratto e in occasione del rinnovo annuale della polizza, debbano consegnare il prospetto tipo per la formulazione della richiesta di risarcimento ai sensi del l’articolo 3 della legge 39/77 per aiutare i danneggiati nella redazione di una richiesta risarcitoria che contenga tutti i dati e le informazioni previste dalla normativa. L’Isvap ha preparato un prospetto per la richiesta di risarcimento dei danni (formato rtf) che le compagnie dovranno consegnare agli assicurati. Il modulo è inserito anche nel sito Internet dell’Isvap (www.isvap.it).

All’assicurazione potrà essere chiesto di verificare il danno entro 8 giorni dalla ricevuta della raccomandata.

Le compagnie dovranno dotarsi dell’attuario incaricato che dovrà determinare, sulla base di precisi calcoli, il livello dei premi e delle riserve tecniche. Le imprese potranno applicare tariffe «flessibili», ma solo al ribasso: gli sconti applicati vanno indicati nella polizza.

La circolare conferma l’obbligo per le imprese di precisare nella nota informativa la possibilità riconosciuta agli assicurati di conservare la classe di merito maturata nei casi di vendita, rottamazione, esportazione definitiva, furto e consegna in conto vendita del veicolo. Questo diritto, riconosciuto al proprietario del veicolo, può essere fatto valere anche dal coniuge in regime di comunione dei beni. A partire da luglio, in caso di furto del veicolo, il proprietario potrà assicurare la nuova auto mantenendo la propria classe di merito, purchè comunichi tempestivamente il furto alla compagnia, che potrà essere cambiata. La vecchia compagnia dovrà consegnare entro 15 giorni l’attestato di rischio al cliente, che dovrà esibirlo alla nuova impresa.

La legge 273 prevede la possibilità di stipulare polizze con franchigia a condizione che l’assicurato fornisca, senza costi aggiuntivi, idonee garanzie per il recupero, nei limiti della franchigia stessa, delle somme eventualmente liquidate a danneggiati. La circolare consente alle imprese di prevedere una pluralità di strumenti contrattuali che realizzino, a scelta del l’assicurato, la finalità.

L’assicurato potrà evitare il peggioramento della propria classe di merito pagando direttamente gli eventuali danni a un terzo. L’avvenuto pagamento potrà essere fatto valere anche se si cambia compagnia grazie alla trascrizione sull’attestato di rischio. Questo deve essere rilasciato anche dalle compagnie che vendono a distanza. Per tutte, il rilascio deve avvenire almeno tre giorni prima della scadenza della polizza, eventualmente anche al coniuge del proprietario del veicolo.

Viene riconosciuto al proprietario del veicolo, se persona diversa dal contraente, il diritto a ottenere dall’assicuratore il rilascio dell’attestazione sullo stato del rischio. L’attestazione potrà essere utilizzata, sempre che non vi sia variazione nella figura del proprietario, da parte del precedente contraente, di altro contraente interessato – in virtù dell’utilizzo del veicolo – alla stipula del contratto, o del proprietario

Le compagnie che non hanno ribassato i premi in seguito alla riduzione del contributo al Fondo di garanzia vittime della strada sono state invitate dall’Isvap a farlo al più presto.

Paolo D'Agostino
Progettista corsi di formazione in videoconferenza ed e-learning settori assicurazioni e compliance aziendale

Un commento alla news “ISVAP – Circolare 502 D. del 25/03/2003: Disposizioni in materia di assicurazione obbligatoria rca”

  1. panat scrive:

    buona sera mi scuso ma vorrei una conferma di quanto appena letto, per il seguente quesito;
    ho una società snc sono l amministratore , ora ho il mio veicolo intestato alla societa e la polizza intestata a me , la domanda e questa , posso acquistare un veicolo intestandolo a me persona fisica e mantenendo la mia classe di merito , ho per come si dice in giro non posso avere la mia classe cu1. grazie

Aggiungi un commento*

Accedi con il tuo account »   oppure aggiungi un commento compilando il form sottostante



*Aggiungendo un commento dichiari di aver letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy e le note legali di AssiSearch.it.

*

AssiSearch.it è un marchio di Paolo D'Agostino in uso al Laboratorio D'Agostino S.r.l. - Socio unico P.IVA 02225510698
Tutti i diritti riservati. AssiSearch non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
Note legali - Informativa sulla privacy - Informativa estesa sui cookies