LabDagostino.it

Ias 19

IAS/IFRS 19:
Valutazioni attuariali del trattamento di fine rapporto nel bilancio consolidato

Roma, 18 novembre 2005PREMESSA
Per tutte le aziende il Trattamento di Fine Rapporto (TFR) dei dipendenti da inserire in bilancio, e stato calcolato sino ad oggi, come rivalutazione annua degli accantonamenti di ciascun dipendente, quantificati nella misura del 6,91% della retribuzione di riferimento e rivalutati annualmente del 75% dell’Inflazione ISTAT maggiorata del 1,5%. L’attenzione diquesto articolo non ricade tanto sul TFR dal punto di vista del lavoratore, che comunque e un tema di grande attualita,  quanto sul punto di vista dell’’azienda che dovrà valutare il TFR di bilancio secondo i nuovi principi IAS/IFRS 19.

Per dare un’idea concreta dell’impatto sul passivo dello stato patrimoniale basti pensare che, considerando una stima del TFR per ciascun lavoratore pari a circa 15-20.000€, moltiplicandola per i 1000 dipendenti di un’azienda otteniamo un importo di circa 15-20 milioni di euro. Ne segue che una valutazione del debito verso i dipendenti che oscilla nel tempo in funzione dei criteri attuariali IAS/IFRS 19, determina un notevole impatto sulla sua quantificazione.

A QUALI SOCIETA SI APPLICA LA NORMATIVA IAS/IFRS 19
In via preliminare, e opportuno identificare i principi della normativa IAS/IFRS (International Accounting Standard / International Financial Reporting Standard); lo scopo sostanziale e quello di uniformare e rendere comparabili i bilanci consolidati delle imprese europee. In particolare la disciplina IAS 19 prescrive che a partire dal bilancio 2005, gli employee benefits, e tra questi il  TFR rappresenta per le aziende l’entita preponderante, vengano valutati secondo specifici principi attuariali.

 

Le societa interessate a questa valutazione sono:

–               le societa quotate;

–               gli istituti di credito ed intermediari finanziari sottoposti alla vigilanza della Banca

di Italia e dell’ ISVAP;

–               le societa che emettono strumenti finanziari diffusi tra il pubblico;

–               le societa che redigono il bilancio consolidato, diverse da quelle indicate ai punti

precedenti e diverse da quelle che possono redigere il bilancio in forma abbreviata ex articolo 2435 bis del codice civile.

Nell’elenco delle categorie obbligate rientrano anche le societa controllate, anche se non quotate in borsa, incluse nell’area di consolidamento. Si deve comunque tener conto che, ai fini della comparabilita obbligatoria dei dati di bilancio di esercizi successivi, le societa obbligate all’applicazione degli IAS nel 2005 dovranno predisporre i dati comparativi relativi al 2004 adottando gli opportuni procedimenti sui dati per renderli IAS compliant sin dal 2004.

Tra le principali fonti che regolano i principi della normativa IAS 19 sono si ricordano i regolamenti (CE) n. 1602/02 e (CE) 1725/03. Nel primo sono state indicate le societa obbligate ad adottare il metodo d calcolo IAS 19 per la valutazione degli employee benefit con un margine di potenziale allargamento delle obbligate lasciato alla normazione di ciascun stato membro. Nel secondo regolamento e stat disposta l’adozione operativa degli IAS in conformita alle disposizioni fornite dal S.I.C. organo deputato alle interpretazioni applicative degli IAS.

ALCUNI CENNI SULLA METODOLOGIA ATTUARIALE IAS 19
Le valutazioni introdotte dai principi IAS/IFRS 19 riguardano tutti gli employee benefits dei dipendenti come: le pensioni, i trattamenti di fine rapporto, i premi di fedelta e dianzianita, prestazioni di assistenza sanitaria e/o caso morte, invalidita, erogati in relazione alla cessazione del rapporto di lavoro.

La metodologia da utilizzare e denominata Projected Unit Credit Method (PUCM) la quale determina dei risultati svincolati dal criterio tradizionalmente utilizzato per definire la posta di bilancio. Lo studio attuariale infatti si concretizza mediante la valutazione delle poste contabili primarie e poste contabili derivate, tra le varie voci il TFR Fund e sempre quella preponderante.

La valutazione degli impegni derivanti dall’accantonamento del TFR, parte dalla definizione di basi tecniche demografico-attuariali ed economico-finanziarie.

Le prime riguardano le statistiche  sulla mortalita ed invalidita dei dipendenti, dei tassi di turn-over  aziendale, pensionamenti anticipati, richieste di anticipazioni di TFR. Le seconde riguardano i futuri livelli di inflazione, le dinamiche retributive contrattuali e di carriera ed i futuri tassi di inflazione. In ogni caso, alcune ipotesi economiche riguardanti la collettivita dei dipendenti vengono condivise con l’azienda.

La metodologia PUCM in forma molto semplificata  puo essere descritta come la simulazione nel futuro degli obblighi nei confronti di ciascun dipendente (successivi salari, successivi TFR, successive prestazioni erogabili) e nell’attualizzare poi l’impegno alla data di bilancio.

LE SOLUZIONI DI ATTUARIALE.com
La societa Attuariale.com avvalendosi delle collaborazioni di attuari professionisti e dell’organizzazione protesa verso la ricerca di soluzioni innovative per il cliente, riesce ad ottimizzare i servizi attuariali pur mantenendo degli standard elevati e certificati.

Per quel che riguarda le valutazioni attuariali IAS 19 gia mette a disposizione delle aziende i preventivi on line per contribuire ad identificare le variabili determinanti utili alle valutazioni e per fornire una valutazione in merito ai costi della consulenza.

 

Attuariale.com e presente in Italia nello studio in Roma anche se opera su tutto il territorio nazionale. La consulenza attuariale IAS 19 rappresenta l’attuale servizio di punta ma, ad esso, si affiancano le valutazioni attuariali sui portafogli assicurativi, come l’European Embedded Value, come i Profit Testing, come le valutazioni attuariali IAS 39 afferenti le attivita finanziarie. I servizi piu tecnici si integrano poi con i servizi di consulenza strategica vita e TFR che rappresentano la sintesi tra gli aspetti tecnici e quelli commerciali piu attenti ai confronti con il mercato delle polizze previdenziali.

Ottavio Santoro
Attuario responsabile di Attuariale.com

Contatti: santoro@attuariale.com – mobile +39.329.6873717 – www.attuariale.com

Paolo D'Agostino
Progettista corsi di formazione in videoconferenza ed e-learning settori assicurazioni e compliance aziendale

Aggiungi un commento*

Accedi con il tuo account »   oppure aggiungi un commento compilando il form sottostante



*Aggiungendo un commento dichiari di aver letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy e le note legali di AssiSearch.it.

AssiSearch.it è un marchio di Paolo D'Agostino in uso al Laboratorio D'Agostino S.r.l. - Socio unico P.IVA 02225510698
Tutti i diritti riservati. AssiSearch non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
Note legali - Informativa sulla privacy - Informativa estesa sui cookies