LabDagostino.it

Guida autonoma: cos’è e quali effetti avrà sul mercato assicurativo?

La guida autonoma rappresenta l’ultima grande novità del mercato automobilistico che ha attirato già da tempo l’interesse delle più grandi case automobilistiche a livello mondiale. Sebbene al momento siano disponibili sono versioni in grado di garantire una guida autonoma parziale, molti esperti del settore ritengono che questa nuova metodologia di guida rappresenterà entro il 2030 la tecnologia adottata da oltre l’80% delle vetture in circolazione sulle strade di tutto il mondo.

La guida autonoma, definita anche “self driving car” rappresenterà quindi l’inizio di una nuova era per il mondo delle quattro ruote. Secondo l’approfondimento annuale realizzato dagli esperti di Frost and Sullivan, intitolato “Strategic Outlook of Global Autonomous Driving Market 2016″, la massima diffusione di questa tecnologia avverrà già antro il 2030, anno in cui almeno una vettura su 7 sarà dotata di questa nuova tecnologia per la guida automatizzata.

Guida autonoma: quale saranno le conseguenze per il mercato?

Nonostante l’entusiasmo, la guida autonoma ha anche suscitato le perplessità di coloro che hanno visto in questa nuova tecnologia una serie di aspetti critici e in alcuni casi addirittura negativi. Di certo la diffusione della nuova tecnologia richiederà la creazione e attuazione di nuovi modelli di business. Il primo effetto sarà l’inevitabile creazione di partnership tra i centri di ricerca impegnati nello sviluppo dei sistemi di guida autonoma, senza poi tralasciare tutto il contesto.

Infatti la diffusione dei veicoli con guida autonoma richiederà la creazione di un apposito sistema normativo, omogeneo a livello globale, senza poi dimenticare l’effetto che questi nuovi veicoli avranno sul sistema assicurativo. A tal proposito ricordiamo che uno dei vantaggi di questi veicoli dovrebbe riguardare i maggiori standard di sicurezza grazie all’adozione di sistemi che consentono di mettere in contatto i veicoli.

Gli effetti sul mercato assicurativo

La maggiore sicurezza garantita dalle vetture con guida autonoma dovrebbe portare teoricamente ad un calo dei premi assicurativi. Il risparmio per gli automobilisti potrebbe però essere solo apparente. Infatti in caso di incidenti, i costi previsti per le riparazioni di questi veicoli potrebbero essere davvero molto cari e senza dubbio superiori a quelli richiesti dai veicoli tradizionali.

Questo vuol dire che i costi medi delle polizze assicurative, compresi anche quelli delle assicurazioni online, non subiranno delle variazioni sostanziali almeno nei primi anni di diffusione della tecnologia. Probabilmente qualcosa cambierà dopo i primi venti/trent’anni, quando le auto con guida autonoma saranno più diffuse e sarà quindi anche più semplice trovare dei pezzi di ricambio per le varie sostituzioni.

La seconda questione spinosa riguarda invece i criteri da adottare per stabilire la responsabilità in caso di incidente tra due vetture dotate della moderna tecnologia. Come si comporteranno le compagnie assicuratrici? Non è da escludere che in questi casi particolari potrebbero essere chiamate in causa le case automobilistiche oppure le aziende che producono i pezzi di ricambio.

Come cambieranno le polizze assicurative?

Proprio sugli effetti e sulle conseguenze derivanti dall’uso di questa moderna tecnologia l’Ania, l’Associazione Nazionale fra le imprese assicuratrici, ha voluto chiarire la sua posizione ribadendo ancora una volta l’importanza della copertura assicurativa anche per questi tipi di veicoli. Sicuramente bisognerà apportare delle modifiche e quindi creare una polizza assicurativa speciale che tenga in considerazione le responsabilità civili delle case produttrici.

Anche il proprietario continuerà ad avere un ruolo fondamentale perché dovrà effettuare la regolare manutenzione al veicolo e seguire tutte le procedure previste. L’Ania chiarisce che continuerà ad esistere una specifica copertura per tutelare danni causati da imprevisti. Ciò vuol dire che quasi sicuramente i premi assicurativi non subiranno evidenti cali.

 

Aggiungi un commento*

Accedi con il tuo account »   oppure aggiungi un commento compilando il form sottostante



*Aggiungendo un commento dichiari di aver letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy e le note legali di AssiSearch.it.

AssiSearch.it è un marchio di Paolo D'Agostino in uso al Laboratorio D'Agostino S.r.l. - Socio unico P.IVA 02225510698
Tutti i diritti riservati. AssiSearch non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
Note legali - Informativa sulla privacy - Informativa estesa sui cookies