LabDagostino.it

Come funziona un’assicurazione auto a rate?

Al giorno d’oggi son poche le famiglie che non devono tenere un po’ d’occhio le proprie spese, per cercare di far tornare i conti a fine mese. Ogni occasione di risparmio è ben accetta, e poter spalmare un pagamento in più rate è in genere una soluzione comoda per tanti acquisti e servizi. Negli ultimi anni è cresciuta quindi anche la richiesta di preventivi per l’assicurazione auto a rate: non è certo un caso, visto che nel nostro paese il costo del Rc auto è tra i più alti in Europa. Molte compagnie assicurative sono venute incontro a questa esigenza, garantendo proposte per il pagamento alternative a quelle annuali o semestrali. Per approfondire l’argomento consigliamo di consultare questo articolo: nei prossimi paragrafi vedremo brevemente funzionamento e vantaggi di una polizza di questo tipo.

Assicurazione auto a rate: cos’è e come funziona?

Un’assicurazione auto a rate non è poi molto diversa da una normale polizza saldata in un’unica soluzione. Il sistema è identico a quello di un prestito finalizzato: una società di credito partner della compagnia assicurativa si occupa inizialmente del pagamento della Rca; il cliente deve poi restituire il denaro, nei dodici mesi successivi, all’istituto finanziario che ha anticipato la somma. Il numero di rate è variabile e dipende dalle condizioni stabilite dalla compagnia. Ciò che conta, per il cliente, è la possibilità di pagare poco per volta la propria polizza, evitando la stangata della rata unica e avendo così più tempo per pianificare le proprie uscite.

Proprio come per un prestito finalizzato, però, l’assicurazione auto a rate viene concessa in genere solo a chi dispone di un reddito certo e documentabile, ad esempio tramite la busta paga per i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato o la dichiarazione dei redditi per gli autonomi.

Polizza a rate: conviene?

Pagare l’assicurazione Rca a rate è una scelta conveniente? Come dicevamo, è già di per sé un vantaggio il poter dilazionare una spesa che comunque risulta spesso abbastanza significativa, tanto che alcuni pur di evitarla finiscono per mettersi al volante con l’assicurazione scaduta, rischiando sanzioni pesanti . Bisogna però considerare anche gli interessi, che possono far alzare di molto il costo complessivo: è bene quindi leggere con molta attenzione il contratto assicurativo e fare bene i conti su quanto si andrà a pagare, per evitare di non rendere ancora più onerosa a fine anno la spesa per l’assicurazione.

 

Assicurazione a rate o temporanea?

Attenzione: alcuni confondono l’assicurazione a rate con quella temporanea. Si tratta di due cose molto diverse: le polizze temporanee, ad esempio quelle trimestrali o semestrali, riducono la validità temporale della copertura assicurativa; in genere però sono anche più care, in proporzione, rispetto a quelle annuali. L’assicurazione a rate, come abbiamo visto, è invece il frazionamento del costo di una polizza annuale, allo scopo di rendere più agevole il pagamento.

Aggiungi un commento*

Accedi con il tuo account »   oppure aggiungi un commento compilando il form sottostante



*Aggiungendo un commento dichiari di aver letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy e le note legali di AssiSearch.it.

AssiSearch.it è un marchio di Paolo D'Agostino in uso al Laboratorio D'Agostino S.r.l. - Socio unico P.IVA 02225510698
Tutti i diritti riservati. AssiSearch non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
Note legali - Informativa sulla privacy - Informativa estesa sui cookies