LabDagostino.it

Come funziona una polizza per l’assistenza stradale?

Quando ci si mette al volante, si sa, gli imprevisti possono essere sempre dietro l’angolo. Per quanto si possa essere meticolosi nella cura della propria auto e nello stile di guida, un guasto improvviso o un incidente possono capitare a tutti: per questo molti scelgono di tutelarsi da queste eventualità aggiungendo alla propria polizza la garanzia per l’assistenza stradale, che non a caso è una delle garanzie accessorie più richieste. Avere la certezza di un’assistenza immediata e senza costi è infatti una sicurezza, soprattutto se si fanno molte migliaia di chilometri l’anno. Ma cosa copre la polizza assistenza stradale, e a chi conviene stipularla? Scopriamolo insieme.

Polizza assistenza stradale: cosa comprende?

Tutte le maggiori compagnie assicurative offrono tra le garanzie accessorie quella per l’assistenza stradale, ma le varie offerte possono differenziarsi per costi e tipo di servizi compresi. Generalmente però è sempre inclusa l’assistenza 24 ore su 24, in qualsiasi strada ci si trovi, e il traino del veicolo verso l’officina meccanica convenzionata più vicina. Non è detto comunque che questo intervento sia necessario: i mezzi dell’assistenza stradale sono spesso dotati degli attrezzi necessari per porre rimedio a guasti e danni di lieve entità, e quindi possono in alcuni casi “rimettere in pista” autonomamente il veicolo (operazione detta anche ‘depannage’).

A queste garanzie di base è possibile aggiungere altre opzioni, chiaramente pagando dei sovrapprezzi. Si tratta di servizi davvero comodi ed utili, come la possibilità di avere a disposizione un’auto sostitutiva fino all’avvenuta riparazione del proprio veicolo, oppure il rimborso delle spese necessarie per tornare a casa o raggiungere il luogo dove si era diretti. In alcuni casi viene risarcito anche il pagamento di eventuali spese di pernottamento, nel caso si debba passare la notte in albergo a causa dell’imprevisto.

Molte compagnie assicurative propongono inoltre assicurazioni con installazione della scatola nera in auto: in questi casi sono previsti anche altri tipi di servizi che sfruttano il sistema Gps, come la possibilità di chiedere assistenza tramite un apposito pulsante di emergenza o la segnalazione immediata alla Centrale Operativa in caso venga rilevata una collisione.

A chi conviene stipulare una polizza per l’assistenza stradale?

È banale dirlo, ma la garanzia per l’assistenza stradale è consigliata soprattutto a chi passa tanto tempo al volante, in particolare se viaggia spesso per lunghi tratti extraurbani. Ritrovarsi in panne in autostrada o su una strada provinciale poco frequentata è già di per sé un’imprevisto fastidioso, ma lo è ancora di più se non si può contare su un aiuto rapido ed efficace.

 

Dovrebbero considerare seriamente la stipula di questo tipo di polizza anche tutti coloro che guidano un veicolo datato, o con molte migliaia di chilometri alle spalle, o anche un’auto che magari si è mostrata negli anni incline a guasti inaspettati.

 

Ma anche chi possiede un auto nuova e che non ha mai dato problemi non dovrebbe sottovalutare quest’opzione. Un incidente lieve può comunque mettere fuori gioco il proprio veicolo, per esempio danneggiando un semiasse: se non si è coperti dalla propria assicurazione si dovrà quindi pagare l’intervento del carro attrezzi, pari ad almeno 20 euro, senza contare i sovrapprezzi in caso l’evento accada in orario notturno.

Aggiungi un commento*

Accedi con il tuo account »   oppure aggiungi un commento compilando il form sottostante



*Aggiungendo un commento dichiari di aver letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy e le note legali di AssiSearch.it.

AssiSearch.it è un marchio di Paolo D'Agostino in uso al Laboratorio D'Agostino S.r.l. - Socio unico P.IVA 02225510698
Tutti i diritti riservati. AssiSearch non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
Note legali - Informativa sulla privacy - Informativa estesa sui cookies