LabDagostino.it

Osservatorio 2011-2012. Dalla Bancassicurazione all’Assurbanca. Come cambia la distribuzione in Italia

Nel 2011 i premi complessivi del lavoro italiano ed estero, diretto ed indiretto ed al lordo della riassicurazione, raccolti dalle imprese aventi sede legale in Italia e dalle rappresentanze di imprese estere non comunitarie, sono stati pari a 113.470 milioni di euro. Di questi, 75.767 milioni sono stati raccolti nel ramo vita e 37.703 nel ramo danni: il calo è stato dell’11,9% rispetto ai 128.855 del 2010 (e al +8,4% del 2010 sul 2009). Il consuntivo è decisamente influenzato dal ramo vita che – dopo due anni di significativi progressi nella raccolta – è diminuito del 17,7% rispetto all’anno precedente.

Nel 2011 i risultati della raccolta vita nel lavoro diretto italiano, considerandosi come punto di riferimento i primi dieci Gruppi di Imprese secondo il principio del controllo esercitato da un unico soggetto, sono stati i seguenti (dati in migliaia di euro):
Gruppo Generali 12.380.728:
Gruppo Intesa San Paolo 11.008.480
Gruppo Assicurativo Poste Vita 9.509.085
Mediolanum 9.143.555
Gruppo Allianz 5.828.752
Gruppo Aviva 3.704.290
Gruppo BNP Paribas 2.975.343
Gruppo Assicurativo Unipol 2.379.707
Gruppo Cattolica Assicurazioni 2.131.450
Gruppo AXA 2.081.795.
I primi dieci Gruppi hanno raccolto l’83% dei premi complessivi (84% nell’anno precedente). Il Gruppo Generali – Alleanza Toro, Assicurazioni Generali, Fata Vita, Genertel Life e INA Assitalia – ha intermediato in valore assoluto l’8,4% in meno sul 2010, ma con una quota di mercato del 16,76%, in risalita dal precedente 15%. Mantiene il secondo posto il Gruppo Intesa San Paolo – Fideuram Vita e Intesa San Paolo Vita – che ha distribuito il 17,6% in meno con il 14,90% di quota di mercato, sostanzialmente stabile come incidenza percentuale sul totale. Il Gruppo Assicurativo Poste Vita – compagnia Poste Vita – è l’unico tra i primi tre ad avere mantenuto la quantità di raccolta premi dell’anno precedente, con una quota di pertinenza pari al 12,87%. In aumento per volumi Mediolanum (+3,4%), mentre è crollato il fatturato dei Gruppi Allianz – Allianz, Antoniana Veneta Vita, Assicuratrice Italiana Vita, Creditras Vita e RB Vita – e Aviva – Avipop Vita, Aviva, Aviva Assicurazioni Vita, Aviva Life e Aviva Previdenza – con -21,9% e -33,5%.

Lo studio è su http://www.assglobalbroker.com/files/osservatorio_2011-2012.pdf


Gestione clienti, Amministrazione presso Laboratorio D'Agostino

Aggiungi un commento*

Accedi con il tuo account »   oppure aggiungi un commento compilando il form sottostante



*Aggiungendo un commento dichiari di aver letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy e le note legali di AssiSearch.it.

AssiSearch.it è un marchio di Paolo D'Agostino in uso al Laboratorio D'Agostino S.r.l. - Socio unico P.IVA 02225510698
Tutti i diritti riservati. AssiSearch non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
Note legali - Informativa sulla privacy - Informativa estesa sui cookies