LabDagostino.it

Assicurazioni auto: prezzi in calo ma ancora al di sopra delle medie europee

Le assicurazioni auto sono calate dell’8% nello scorso anno, rafforzando in questo modo una tendenza partita l’anno prima. Nonostante questi primi risultati incoraggianti, sarebbe ancora profondo il divario che separa le tariffe italiane da quelle europee, considerate decisamente più vantaggiose. Nulla di fatto per gli automobilisti italiani, che dovranno quindi continuare a cercare soluzioni per contenere i costi, magari ampliando la ricerca anche con le soluzioni proposte dalle compagnie online. Informandosi su Quixa e i suoi servizi, o su Direct Line o ancora su Zurich Connect e tutte le altre offerte del web, potrebbero emergere delle soluzioni alternative e più convenienti rispetto alle tradizionali.

Assicurazioni auto: ecco come si evolve il mercato

Secondo Salvatore Rossi, presidente dell’Ivass, ad incidere sui costi delle assicurazioni auto italiane sarebbero gli elevati casi di frodi perpetrate ai danni delle compagnie assicurative, che riversano le loro conseguenze su quella fetta di automobilisti più attenti e diligenti. Infatti per contrastare questo fenomeno, che in Italia raggiunge delle proporzioni spaventose, è stato anche creato un Archivio Integrato Antifrode – AIA – in cui dovrebbero confluire gli archivi di tutte le compagnie assicurative. In questo caso, il forte ritardo tecnologico delle maggior parte dei soggetti aderenti, ha ridotto notevolmente gli effetti di questo strumento.

Dalla relazione Ivass emerge una crescita complessiva del settore assicurativo del 20% rispetto al 2013, con oltre 150 miliardi in più rispetto alla media europea, con un forte aumento registrato nel comparto vita. In generale gli italiani si assicurano poco contro i danni non automobilistici. Secondo l’Ivass nel 2014 sono stati pagati premi pari solo all’1% del Pil. Un fenomeno preoccupante, che mette in luce anche la scarsa responsabilità civile sanitaria.

Cresce la mobilità dei clienti

Un altro aspetto emerso dall’indagine riguarderebbe la forte tendenza degli italiani a cambiare la compagnia assicuratrice, stimolati anche dalla forte tendenza dei prezzi al ribasso. I clienti che hanno cambiato la propria compagnia assicurativa hanno infatti ottenuto un risparmio medio del 22%, decisamente superiore al 5% guadagnato dai clienti più fedeli. In riferimento al mercato italiano dell’Rc auto sono poi emersi anche enormi progressi sul terreno della concorrenza e della diversificazione dei prodotti offerti, che hanno provocato un calo della concentrazione del mercato del 15% rispetto al 2013.

Nuove proposte ed interventi

Per il presidente dell’Ivass la priorità è ridefinire gli obiettivi, stabilendo metodi e procedure condivisibili, che mirino alla trasparenza e alla comparabilità dei prodotti offerti dalle varie compagnie. I principali interventi dovranno mirare alla riduzione dei costi del sistema e alla lotta alle frodi. Per realizzare tutto questo bisognerà creare un testo di legge sufficientemente innovativo, che sappia tutelare la collettività ed eliminare gli interessi delle singole parti.

 

Aggiungi un commento*

Accedi con il tuo account »   oppure aggiungi un commento compilando il form sottostante



*Aggiungendo un commento dichiari di aver letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy e le note legali di AssiSearch.it.

*

AssiSearch.it è un marchio di Paolo D'Agostino in uso al Laboratorio D'Agostino S.r.l. - Socio unico P.IVA 02225510698
Tutti i diritti riservati. AssiSearch non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
Note legali - Informativa sulla privacy - Informativa estesa sui cookies