LabDagostino.it

Assicurazione auto gratuita: attenzione ai rischi

L’IVASS suggerisce di prestare particolare attenzione alle clausole di queste assicurazioni auto, che potrebbero anche provocare la perdita dei benefici maturati

Assicurazione auto in omaggio per coloro che acquistano un nuovo veicolo. Sarebbe proprio questa l’ultima iniziativa promossa da alcune case automobilistiche, pensata per incentivare le vendite e dare finalmente un nuovo slancio al settore. Un vero miraggio per molti automobilisti italiani, da anni penalizzati dagli elevati costi dell’assicurazione auto, che in Italia continua a registrare valori nettamente superiori alla media europea. Una spesa davvero eccessiva che giustificherebbe la tendenza, ormai diffusa, a mettere le assicurazioni auto proposte dalle varie compagnie assicurative a confronto, per cercare la formula più vantaggiosa.

Assicurazioni gratuite: attenzione alle condizioni proposte

L’allettante iniziativa sembrerebbe però avere qualcosa di sospetto, come confermato dalle tante segnalazioni fatte dalle associazioni a favore dei consumatori. Infatti, proprio per verificare le condizioni sottese e tutelare gli interessi degli automobilisti, è già sceso in campo l’Ivass, l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni. Secondo quanto diffuso dall’Autorità, tutti gli automobilisti che aderirebbero all’iniziativa, potrebbero, al termine del periodo promozionale, perdere di colpo tutti i benefici derivanti dalla classe di merito acquisita prima dell’offerta.

La perdita dei vantaggi sarebbe infatti dovuta alla particolare tipologia di contratto usata per offrire queste polizze gratuite, definita a “libro matricola” non intestato al singolo assicurato, e alle loro caratteristiche, ovvero formula con franchigia al posto della tradizionale formula Bonus-Malus. In una nota, l’Ivass chiarisce che questa particolare modalità dei “contratti aperti” offerti in omaggio insieme all’acquisto del nuovo veicolo, porterebbe alla perdita dei benefici introdotti con la legge Bersani. Una penalizzazione che andrebbe a colpire l’intero nucleo familiare e quindi l’intero parco dei veicoli.

Detto in parole semplici, vuol dire che la perdita dei benefici maturati si tradurrebbe in un significativo aumento dei premi successivi da pagare. Una condizione questa non spiegata adeguatamente agli automobilisti aderenti all’iniziativa che, per l’ennesima volta, si troverebbero coinvolti in questioni particolarmente complesse e onerose derivanti proprio da una cattiva gestione dell’informazione.

Per fare maggiore chiarezza sulla questione, l’Ivass ha subito avviato un’indagine per individuare le compagnie assicurative coinvolte nell’iniziativa. Lo scopo è quello di intervenire tempestivamente sulle informazioni contrattuali relative alle offerte fornite ai cittadini, in modo da poter ridurre gli eventuali reclami, e avviare contestualmente delle iniziative a tutela dei consumatori e dei loro diritti.

Come evitare di perdere i benefici

Per evitare situazioni “spiacevoli”, l’Autorità suggerisce a tutti gli automobilisti interessati ad una “polizza gratis” di verificare queste tre semplici condizioni:

1 – verificare che la polizza è intestata al singolo automobilista e se è previsto al termine del periodo di promozione, il rilascio di un attestato di rischio nominale;

2- valutare con un intermediario le conseguenze sulla classe di merito acquisita prima dell’accettazione dell’assicurazione gratuita;

3- definire la tipologia di polizza, se di tipo “bouns- malus” o con formula “a franchigia”. Con quest’ultima soluzione si potrebbe andare incontro alla perdita della classe di merito e, in caso di sinistro, una parte dei costi sarebbe a carico dell’intestatario della polizza.

Articolo a cura di SuperMoney.eu

 

Staff AssiLearning.it

Progettazione e realizzazione corsi in videoconferenza, e-learning ed in house nel settore assicurativo – finanziario e della compliance aziendale.

Aggiungi un commento*

Accedi con il tuo account »   oppure aggiungi un commento compilando il form sottostante



*Aggiungendo un commento dichiari di aver letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy e le note legali di AssiSearch.it.

*

AssiSearch.it è un marchio di Paolo D'Agostino in uso al Laboratorio D'Agostino S.r.l. - Socio unico P.IVA 02225510698
Tutti i diritti riservati. AssiSearch non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
Note legali - Informativa sulla privacy - Informativa estesa sui cookies